Il reiki che insegno

Molti si chiedono il perché ci siano così tanti metodi, anch’io me lo sono chiesta, e la risposta che mi sono data è che Reiki ha diverse forme, ma un’unica energia. La cosa importante è trovare il metodo che funziona meglio su di noi e lavorare con esso con costanza e dedizione.

E’ vero anche che la ricerca del metodo più adatto a noi è parte del nostro processo evolutivo, e noi attiriamo sempre e comunque quello che siamo in un determinato momento; più cresciamo ed avanziamo sul sentiero spirituale, più andremo in contatto con insegnanti ed insegnamenti più puri e vicini alla fonte.

Dopo aver conosciuto il metodo Reiki occidentale ed il Karuna Reiki, ho deciso di insegnare solo le tecniche tradizionali giapponesi che sono da poco giunte in occidente, basate sugli insegnamenti tradizionali portati avanti dalla Komyo Reiki Kai (scuola Reiki tradizionale del maestro Hyakuten Inamoto) e dalla Gendai Reiki Kai (scuola del maestro Hiroshi Doi). Entrambi questi maestri però, insegnano sia alcune delle tecniche Reiki originali, ma ne hanno introdotte anche delle altre provenienti da diverse tradizioni o dalla loro esperienza personale.

Hyakuten Inamoto

Hiroshi Doi

Avendo fatto parte dell’A.I.RE (associazione italiana Reiki) per alcuni anni, ho avuto la possibilità di apprendere un metodo in cui gli insegnamenti originali giapponesi di entrambe le scuole Gendai e Komyo Reiki sono stati “filtrati” e separati da quelli non originali aggiunti in seguito, e fusi insieme in modo armonico.

Il mio percorso sul sentiero del Reiki è comunque un processo in continua evoluzione, ed il desiderio di continuare ad avvicinarmi sempre di più a quelli che erano gli insegnamenti originali, mi ha spinto ad entrare in contatto con Dave King, insegnante del metodo Usui Do (la via di Usui), il quale porta avanti la diffusione degli insegnamenti iniziali trasmessi dal maestro Mikao Usui prima che venissero modificati dai suoi studenti e in seguito dal processo di occidentalizzazione. Clicca  QUI  per maggiori informazioni su Dave King e l’Usui Do